Zirconia

La protesi metal-free (Zirconia)
Con il termine “ceramica integrale” si definisce una varietà di materiali differenti per composizione,
proprietà fisiche, chimiche, cliniche e tecnologie di produzione.

struttura e capsula inzirconio


La metodica metal-free prevede l’uso di corone ceramiche prive di strutture metalliche, senza
quel bordino che in caso di retrazione gengivale diventa visibile e antiestetico.

La zirconia
Appartiene alla categoria dei silicati; da questo elemento si ricava l´ossido di zirconio (biossido di zirconio stabilizzato con ittrio), chiamato zirconia.
Questo materiale difficilissimo da elaborare, oltre che nel settore ortopedico, è stato introdotto anche nel settore odontoiatrico per realizzare i perni monconi implantari.

La zirconia è resistentissima, non causa nessun tipo di allergia e si sostituisce molto bene ad ogni tipo di metallo protesico, sia dal punto di vista estetico che funzionale.
Con la zirconia si possono realizzare quasi tutte le tipologie di protesi dentali: corone e ponti di tutte le dimensioni, avvitati o incollati, su denti naturali o su impianti orali.
Il risultato estetico finale è ottimo.

Procedimenti di lavorazione della zirconia
L’ossido di zirconio si presenta come una polvere bianca inodore ed è sostanza cristallina polimorfa; una ceramica, in sostanza.

La polvere viene miscelata a degli additivi, che influiscono su alcune caratteristiche chimico fisiche (diversità fra le diverse marche commerciali) e sulle caratteristiche estetiche della ceramica finita (ad esempio il colore), e a degli altri materiali ausiliari.
La progettazione del manufatto protesico avviene via software, mediante programmi CAD/CAM.
Il processo finale vede la sinterizzazione a circa 1500°C e il manufatto raggiunge, in questo modo, la sua resistenza finale.

*

Back to top